DE | FR | IT

Benvenuti in Ticino
Nuova apertura della filiale di Contone

Scopri di più

Assortimento per l'arrampicata

Che si tratti di attrezzatura da arrampicata, corda, sacchetto di magnesio o casco, nel nostro assortimento accuratamente selezionato troverete l'attrezzatura per ogni esigenza.

Il nuovo shop online di Bächli Sport di montagna

Affinché possa trovare il più velocemente possibile il tuo prodotto preferito, il nostro shop online si presenta in uno splendido stile contemporaneo, perfetto anche dal punto di vista tecnico.

Servizio sci

Con noi, il servizio non si ferma alla vendita. Con il nostro servizio di assistenza per gli sci classici rimettiamo in sesto le vostre tavole per la prossima discesa.

Eventi e attività

Athleten.jpg

I nostri marchi

Blog Bächli

Tour ad alta quota: consigli e trucchi per i principianti

Dopo un primo corso in alta quota avete appreso le basi della tecnica di cordata, del soccorso in crepaccio e dell'attrezzatura. Ora siete pronti per la vostra prima vetta di 4000 metri. Vi diremo quali sono i consigli e i trucchi che vi aiuteranno a iniziare il vostro cammino nel mondo dell'alta montagna.

Nella buona e nella cattiva sorte: La corda

La corda è un elemento fondamentale di un'escursione in alta quota. Sia per le traversate dei ghiacciai che per i terreni scoscesi: in certe circostanze, la vita di una persona dipende letteralmente da questo. Ma non è tutto, perché come fratello minore della corda da alpinismo, anche i cordini fanno parte dell'equipaggiamento standard di ogni impresa alpinistica. Ma cosa c'è dietro questi compagni?

Imbracature da arrampicata

È il collegamento tra il corpo e la corda. Oltre a essere un equipaggiamento di sicurezza elementare, l'imbracatura da arrampicata deve soddisfare anche requisiti ergonomici e funzionali. Questi variano a seconda della disciplina verticale. Per questo motivo, diamo un'occhiata più da vicino alle numerose sfaccettature delle imbracature e mostriamo quale modello è adatto alla vostra prossima avventura di arrampicata.

Mal di montagna nei tour ad alta quota: ben preparati?

A partire da un'altitudine di 2.500 metri, c'è il rischio di mal di montagna, che deve essere preso seriamente in considerazione. Ma cosa ci fa sentire improvvisamente male nel nulla e cosa facciamo quando compaiono i sintomi? O meglio ancora: come possiamo prevenire la malattia?

Acqua fresca attraverso i filtri mobili: cosa c'è da sapere

L'acqua deve essere presente in ogni zaino. Che si tratti di un'escursione di più giorni, di un'arrampicata o di una corsa sportiva su sentiero, un'idratazione regolare è essenziale per il corretto funzionamento del nostro organismo. Tuttavia, poiché quasi nessuno ama portare con sé taniche da un litro in montagna, è consigliabile utilizzare piccole borracce da riempire durante il tragitto presso le fonti d'acqua pubbliche. Ma attenzione, alcune fonti nascondono pericoli dovuti alla contaminazione. Questo può essere contrastato con un filtro per l'acqua da esterno.

Sette tour svizzeri di più giorni

I sentieri di lunga percorrenza sono perfetti per fuggire dalla frenesia per qualche giorno e immergersi nel mondo della montagna. Soprattutto se avete un po' di tempo in più, vale la pena di fare dei tour lunghi. Le possibilità di escursioni di più giorni in Svizzera sono innumerevoli: Dalle tranquille escursioni di due giorni ai tour alpini di una settimana. Abbiamo scelto sette percorsi speciali.

Nervi di cavi d'acciaio: Via ferrata per arrampicatori esperti e professionisti

Le vie ferrate possono essere un'introduzione dolce all'arrampicata. I numerosi percorsi per principianti e la loro popolarità parlano chiaro. Tuttavia, sarebbe presuntuoso considerare la Via Ferrate come un mezzo per altre ascensioni verticali: la disciplina sulla corda d'acciaio ha sicuramente un significato proprio, da sport di montagna. Ne sono testimonianza soprattutto le varianti difficili. In Svizzera ce ne sono parecchie: vi presentiamo 7 vie ferrate particolarmente impressionanti e impegnative.

Stivali da trekking in pelle: robusti e flessibili, ma anche ecologici?

Oltre alle già valide alternative vegane e moderne, la vera pelle come materiale è un fattore importante nell'industria dell'outdoor. Questo materiale particolarmente robusto svolge un ruolo importante per gli scarponi da montagna e da trekking, in quanto è facile da curare e resistente. Queste sono tutte proprietà sostenibili, ma che dire della produzione di questo materiale? Ne abbiamo parlato con Thomas Heinen, che è la quarta generazione a gestire la tradizionale conceria Heinen.

Segnale di partenza

Il Monte Rosa è il più bello, ma anche il più difficile, da est. Oltre alla famosa parete est, c'è anche la cresta Signal, che termina con un giro in cresta molto lungo e molto gratificante sulla terrazza del rifugio.

Cumulu... cosa? Informazioni sulla pianificazione del tour e sul tempo in montagna

Un'escursione in montagna o in alta quota comporta sempre alcuni rischi. Una pianificazione coscienziosa del tour non può eliminare completamente questi rischi, ma può ridurli notevolmente. La scelta del percorso e il clima di montagna vanno di pari passo.

Dare la gomma!

Una tecnica di piedi efficiente è indispensabile per l'arrampicata e il bouldering. Per mantenere i piedi sulla parete, sono necessarie scarpe da arrampicata con una suola solida. E c'è molto di più di quanto non sembri. Abbiamo dato un'occhiata più da vicino al materiale nero e vi mostriamo come i produttori di scarpe arrivano alla mescola di gomma perfetta.

Piume calde: cosa c'è da sapere sulle giacche di piumino

Ispirato alla natura e a un compagno prezioso in montagna: il piumino. Fornisce calore, è leggero e non occupa quasi spazio. Ma che cosa c'è in realtà in basso, qual è il valore di cucinatura associato e perché un modello costa il triplo dell'altro?

La storia dei ramponi: dal primo rampone a dieci punte al dispositivo ultracompatto ad alte prestazioni

Questo articolo riassume le tappe più importanti della storia del rampone e mostra a grandi linee quali persone e quali conquiste alpinistiche hanno avuto un'influenza decisiva su questo sviluppo. In particolare, la prima salita della parete nord dell'Eiger nel 1938 è un punto importante di questa storia.

"Non andrei mai a fare trail running con uno zaino normale".

Quando Ramon Gut non si occupa della vicedirezione della nostra filiale di Basilea, molto probabilmente è sui sentieri. L'ambizioso corridore gareggia regolarmente e colleziona ogni anno parecchi chilometri e metri di altitudine in terreni montuosi. Non sorprende quindi che, grazie a questa esperienza, abbia perfezionato il suo equipaggiamento per correre velocemente sui trail. Lo abbiamo incontrato per un'intervista e abbiamo parlato dell'importanza delle giacche da pioggia, delle scarpe basse e degli occhiali da sole colorati.